INITPC E-Commerce: vendita online di plastificatrici, pouches e accessori


E-Commerce – vendita online di articoli per la scuola, ufficio e prodotti informatici

T&NSolutions - Division Tecnology
Viale Svezia, 3 - 20066 - Melzo (MI) ITALY

02.9517550

La scelta della plastificatrice giusta

Lo sapevi che...

La plastificazione è una soluzione pratica e veloce che, in pochi minuti, conferisce bellezza e resistenza a tutti i documenti.

 

              

Quali sono i vantaggi della plastificazione?
  • Conferire un aspetto professionale ai documenti e alle presentazioni di lavoro
  • Preservare foto ricordo o documenti importanti dall'usura del tempo o da agenti atmosferici (acqua o raggi del sole)
  • Migliorare l’aspetto estetico del prodotto dando risalto alle immagini e ai colori
  • Eliminare possibili pieghe e grinze
  • Proteggere i documenti dalla contraffazione
Cosa plastificare e dove?

A casa:

  • Fotografie e collage di foto
  • Ricette di cucina
  • Biglietti di auguri 
  • Biglietti da visita
  • Disegni dei bambini
  • Calendari o segnalibri personalizzati
  • Orari di lavoro, scolastici, della palestra o dei treni

Al lavoro:

Quanti sono gli utenti e quanto spesso verrà utilizzata la plastificatrice?
  • Uso moderato, occasionale: modelli di base idonei per la casa, gli uffici domestici o start-up
  • Uso regolare: modelli di fascia media, ideali per aziende di medie-grandi dimensioni
  • Uso intenso: modelli di fascia alta, progettati per elevati volumi per aziende specializzate
Quale formato scegliere?

La scelta del modello di plastificatrice varia a seconda del formato massimo dei fogli da plastificare poiché non tutte le plastificatrici possono utilizzare tutti i formati

Suggerimento: Stabilisci fin da subito il formato massimo che desideri plastificare!

 

Se acquisti una plastificatrice A4 puoi plastificare qualsiasi formato fino ad un massimo di 210 mm x 297 mm (compresi i formati piccoli come carta di credito o badge). Se desideri plastificare un formato A3 (420mm x 297) non sarà possibile farlo.

 

            A1 (594 x 841 mm)
            A2 (420 x 594 mm)
            A3 (297 x 420 mm)
            A4 (210 x 297 mm)
            A5 (148 x 210 mm)
            A6 (105 x 148 mm)
          
  • Il film adesivo: fogli autoadesivi che vanno fatti aderire al documento
  • Le buste pouche: tasche trasparenti nelle quali va inserito il documento
Come scegliere le giuste pouches?

FORMATO

In base al documento da plastificare è possibile scegliere il prodotto che meglio si adatta alle proprie esigenze. (Importante ricordare che le pouches hanno una dimensione leggermente superiore di circa 3 mm ai formati standard della carta in commercio). Si va dal formato tessera (54 x 86 mm) ideale per la plastificazione di biglietti da visita, fino al formato A2 (420 x 594 mm). Tra i più utilizzati:

A5: 148 × 210 mm

A4: 210 × 297 mm

A3: 297 × 420 mm

      

SPESSORE

La misura utilizzata per determinare lo spessore delle pouches è il micron, l’equivalente di un millesimo di millimetro. Solitamente lo spessore va dai 75 micron fino ai 125 micron per lato. Quelle da 75 micron sono le più utilizzate negli uffici e hanno la funzione di proteggere i documenti e preservarli per presentazioni aziendali.

Quelle da 125 micron sono adatte a chi vuole dare anche una certa rigidità al documento oppure per trasformare il documento stampato in un cartello da appendere ovunque.

Ricorda: più alto sarà lo spessore, maggiore sarà il risultato in termini di rigidità e protezione.

FINITURA

La finitura indica la qualità della plastica utilizzata nella realizzazione delle pouches. È possibile scegliere tra una finitura lucida (più utilizzata) e una opaca. La prima viene preferita per far risaltare testi e immagini e conferire brillantezza al foglio; la seconda viene scelta nel caso si voglia rendere il testo leggibile evitando il riflesso dei raggi solari.

      

Quando si decide di acquistare una plastificatrice è necessario valutare più elementi. Grazie a differenti procedimenti di lavorazione è possibile scegliere diversi tipi di plastificazione sulla base delle proprie esigenze e dei documenti da proteggere.

I due principali processi per la plastificazione sono: a caldo o a freddo.

Nel primo caso vengono utilizzate pellicole trattate con una colla particolare che, a contatto con il calore emanato dai rulli preriscaldati della macchina, aderiscono perfettamente al documento, preservandolo dall'usura del tempo e sono generalmente le più usate.

Il meccanismo a freddo, invece, esegue la medesima operazione sfruttando la pressione esercitata dai rulli che, tramite più passaggi, fanno aderire la plastica al foglio. Le plastificatrici a freddo utilizzano del film plastico avente una sola faccia adesiva.

La plastificazione a freddo, generalmente, è un processo che viene utilizzato solo nei casi in cui il documento da plastificare rischierebbe di danneggiarsi con il calore; sono spesso considerate più sicure rispetto alle plastificatrici a caldo ma hanno una durata minore in termini di vita del prodotto. Viene utilizzata per grandi formati e cartellonistica, mentre la plastificatrice a caldo è più adatta per piccoli formati.

Consiglio:

in entrambi in casi assicurarsi che i fogli siano perfettamente puliti e privi di polvere o altre particelle. Questo per evitare dei rilievi antiestetici o la creazione di bolle d'aria al suo interno.